Risultati ricerca
Indice
Frase completa
Cerca nella pagina
Chiudi
Indice

CHIUSURA/APERTURA CONTABILE

Entrare in azienda in data 31/12 dell’anno da chiudere (ad esempio 31/12/2019) ed accedere alla voce di menù “Annuali – Chiusura/apertura contabile”.

Nei parametri viene richiesto l’inserimento delle date di chiusura-riapertura conti e se elaborare definitivamente o effettuare una stampa di prova.

Con l’elaborazione definitiva, se l’azienda è in contabilità ordinaria, viene data la possibilità di eseguire subito la stampa delle operazioni di chiusura sul giornale contabile. La stampa sul giornale può essere eseguita anche in un secondo momento sempre da questa voce di menù.

Nelle altre aziende, è invece presente il parametro che permette di generare in automatico il giroconto del risultato di esercizio al conto “Contropartita di bilanciamento”. Si consiglia di attivare sempre questa opzione:

Questa funzione chiude l’anno e genera, nell’anno successivo, le scritture di apertura dei saldi patrimoniali. Nelle aziende in contabilità ordinaria, inoltre, vengono generate le scritture di riapertura dei ratei/risconti.

Per quanto riguarda le operazioni di chiusura, queste vengono stampate solo sul libro giornale.

L’anno chiuso non può essere riaperto. Sull’anno chiuso si potranno fare registrazioni in primanota, ma poi si dovrà aggiornare l’apertura dei saldi dell’anno successivo, rilanciando la funzione (vedi paragrafo “Ripetere la chiusura definitiva”).

Con l’anno chiuso si potranno stampare tutti i registri ad eccezione di quello dei beni ammortizzabili.

L’esercizio, infatti, non può essere chiuso se:

  • il risultato di esercizio non ha saldo zero
  • il registro cespiti non è stato stampato in definitivo
  • ci sono bolle da fatturare (nelle aziende di livello 2)
  • ci sono registrazioni in prima nota marcate come “da verificare”

REGISTRO CESPITI

Se il registro cespiti non è stato stampato in definitivo, compare questo messaggio:

Accedere alla funzione “Annuali – Ammortamento cespiti/immobilizzazioni – Ammortamento registro cespiti” e lanciare la stampa definitiva (fare prima una stampa di prova e controllare i dati).

Se l’anno nell’esercizio da chiudere non sono stati gestiti i cespiti, selezionare la stampa “definitiva senza registrazioni in primanota”:

RISULTATO DI ESERCIZIO

In tutte le aziende, anche quelle in semplificata, per poter chiudere l’anno il conto del risultato d’esercizio deve avere saldo zero. Se così non fosse, in fase di chiusura si visualizzerebbe questo messaggio:

In questo caso occorre fare un GR in primanota, ed azzerare il conto per l’importo indicato nel messaggio. Il conto del risultato di esericizo è:

  • nel piano dei conti 80 il 309.00001,
  • nel piano dei conti 81 il 207.00010.

Si ricorda che impostando in fase di chiusura il parametro “Generare giroconto risultato d'esercizio” ad S, il conto viene azzerato dal programma, così da non avere lo stesso problema nell’anno successivo.

BOLLE DA FATTURARE

Verificare la presenza di bolle non ancora fatturate da menù “Magazzino” (aziende di livello 2) e procedere alla fatturazione o all’eliminazione delle stesse.

REGISTRAZIONI DA VERIFICARE

Da “Contabilità-Revisione prima nota” controllare quali registrazioni sono ancora “da verificare” (pallino rosso), selezionarle e confermarle o annullarle.

Compila il form
Chiama il numero
verde 800414243