Risultati ricerca
Frase completa
Cerca nella pagina
Chiudi
Indice

CODIFICA DELLE PRESTAZIONI

Per poter utilizzare le funzioni della parcellazione occorre creare le prestazioni che corrispondono ai servizi che si andranno fatturati ai clienti.

Attraverso il menù “Contabilità - Parcellazione studio - Prestazioni clienti” si ha la possibilità di inserire diverse tipologie di prestazioni. Le tipologie ammesse sono:

  • Prestazione. È l’oggetto della parcellazione;
  • Descrizione. È una pura descrizione che viene stampata nelle notule/parcelle;
  • Testo fisso. Una descrizione che sarà riportata solo nella stampa delle notule/parcelle senza possibilità di modifica;
  • Testo variabile. Una descrizione che sarà riportata nei documenti e potrà essere variata al bisogno; si inserisce nel testo il carattere speciale “?” come variabile da poter modificare al momento della generazione del documento.

All’ingresso nel menù compare l’elenco delle prestazioni/descrizioni già caricate; se la parcellazione è appena stata attivata la videata sarà vuota.

Per inserire una prestazione premere il pulsante Nuovo[F4]; nella finestra che si apre digitare un codice identificativo e nel campo “Tipologia” indicare “Prestazione”. Confermare con OK[F10]:

Inserire la descrizione della prestazione, l’aliquota iva e impostare i parametri per calcolare la ritenuta e la cassa di previdenza:

All’uscita dal campo “Ricavo” il programma apre la finestra in cui è possibile indicare il compenso predefinito per la prestazione (Tariffario Base).

Tale prezzo base potrà essere ulteriormente personalizzato attraverso la funzione Condizioni Commerciali[F8] che apre una finestra in cui è possibile definire un minimo o massimo fatturabile.

I campi “Minimo fatturabile” e “Massimo fatturabile”, se valorizzati, attivano dei controlli quando si emettono i documenti. Ogni volta che la prestazione verrà movimentata per un importo inferiore al minimo o superiore al massimo, il programma avviserà l’utente con un messaggio non bloccante.

Infine con la funzione Particolarità[F11] si potranno definire condizioni specifiche per il singolo cliente:

Sul campo “Codice conto” indicare il cliente al quale si vuole applicare la particolarità e premere Invio. Si può impostare un prezzo fisso specifico impostando sul campo “Fino a” la dicitura “Fisso” e sul campo “Prezzo” il prezzo particolare da applicare al cliente.

Sui campi “validità da data” e “Fino a data” si può impostare un periodo nel quale sarà valida la particolarità; se si emettono documenti al cliente al di fuori del periodo sarà utilizzato il prezzo base altrimenti il prezzo particolare. Lasciando i campi vuoti, sarà sempre utilizzato il prezzo particolare.

Oppure è possibile definire delle particolarità per quantità attraverso le quali, in base alla quantità fatturata varierà il prezzo applicato. In questo caso, si può non definire il cliente e applicare la particolarità a tutti i clienti dello studio.

Sul campo “Fino a” impostare “Quantità” e nella tabella definire gli scaglioni ed i relativi prezzi da applicare. Nell’esempio che segue si ha che, se si fatturano sino a 10 F24 viene applicato un prezzo di 10 euro, sino a 20 un prezzo di 7 euro, sino a 30 un prezzo di 5 euro e se si fatturano più di 30 F24 si applica un prezzo di 3 euro per ogni modello.

Compila il form
Chiama il numero
verde 800414243