Risultati ricerca
Frase completa
Cerca nella pagina
Chiudi
Indice

OPERAZIONI PRELIMINARI

ANAGRAFICA FORNITORE

All’interno dell’anagrafica di ciascun fornitore già esistente, a pagina 2, si deve impostare il campo Tipo fattura elettronica su Fattura B2B:

Nuovi fornitori si potranno creare direttamente in fase di importazione e avranno il parametro già abilitato.

CODICI IVA

Se la fattura non ha Iva esposta, nel file XML è presente un codice (natura):

A fronte di una natura, nella tabella iva del programma (Contabilità – Tabelle – Esenzioni Iva), ci possono essere uno o più codici esenzione diversi. Se non diversamente impostato, il programma registrerà la FR con il primo codice della tabella iva che presenta la natura indicata in fattura.

Il corretto codice d’esenzione può essere impostato in fase di Import, oppure preventivamente nell’anagrafica del fornitore premendo il pulsante Condizioni e automatismi[F6], scegliendo Condizioni generali del soggetto ed impostando il codice nel campo Assoggettamento IVA particolare. In questo modo tutte le fatture di quel determinato fornitore e con natura corrispondente verranno importate con tale codice esenzione.

Il codice esenzione qui indicato, viene utilizzato in registrazione solo nel caso la fattura Xml riporti la stessa natura.

Nell’esempio si è indicato il codice N08,3 che ha natura N3.5 e viene utilizzato in registrazione solo se in fattura è presente natura N3.5; se ce ne fosse una diversa verrebbe usato il primo codice della tabella associato alla natura indicata.

CONTO DI COSTO

Se non diversamente impostato il programma contabilizza le fatture sul conto automatico “Merci c/acquisti” per azienda di tipo Impresa. Se invece l’azienda è di tipo Professionista viene utilizzato il conto automatico “C/sospeso Altre spese documentate”.

In fase di import sarà possibile attivare alcuni automatismi per la registrazione delle fatture sui conti più opportuni, in base agli articoli presenti sull’ Xml.

In alternativa è possibile impostare preventivamente, per ciascun fornitore, una contropartita di costo. Accedere all’anagrafica del fornitore, premere il pulsante Condizioni e automatismi[F6] e scegliere Contropartita automatica:

Nelle aziende in semplificata per cassa reale e nei professionisti si può indicare un conto sospeso.

ACQUISTI IN REVERSE CHARGE

Le fatture ricevute in reverse charge devono essere registrate sia sul registro acquisti che sul registro vendite. Si consiglia pertanto di creare un sezionale vendite appositamente dedicato a questi documenti, procedendo dal menù “Azienda – Anagrafica azienda – Dati aziendali – Numeratori registri iva e documenti e seguendo questa procedura:

  • posizionarsi sul rigo “Vendite”,
  • premere il pulsante Varia serie[Sh+F4] e aumentare il numero di registri ad esempio da 1 a 2,
  • premere il tasto funzione Numeratori per serie[Invio] per assegnare una descrizione ai sezionali gestiti,
  • confermare fino all’uscita dal menù principale per salvare le variazioni effettuate.

Inoltre, nella registrazione occorre indicare il tipo di operazione in reverse e anche questo dato può essere pre-impostato nell’anagrafica del fornitore, oltre che in fase di import. Per farlo, premere il pulsante Condizioni e automatismi[F6] in anagrafica, scegliere Condizioni generali del soggetto ed impostare il codice nel campo “Tipo operazione reverse charge”:

Compila il form
Chiama il numero
verde 800414243