Risultati ricerca
Frase completa
Cerca nella pagina
Chiudi
Indice

Fattura elettronica da Magazzino

Il presente documento descrive la procedura per emettere fatture elettroniche utilizzando il Magazzino.

Prima di fatturare occorre configurare alcuni dati in azienda.

 

IBAN E CONDIZIONI DI PAGAMENTO

Per poter inserire l’IBAN dell’azienda nei documenti che si andranno ad emettere, occorre inserirlo nel programma dalla funzione “Contabilità - Banche”.

Accedendo alla funzione compare l’elenco delle banche già inserite dalle altre aziende dell’installazione; ogni banca è identificata dal proprio ABI e CAB.

NB: Ogni istituto deve comparire in tabella solo una volta.

Se l’istituto è già presente in tabella premere il pulsante Nuovo c/c[F5] e completare la videata, inserendo sia le Coordinate Bancarie Italiane che quelle Internazionali.

Se invece l’istituto non compare in elenco, premere il pulsante Nuova banca[F4] e nella finestra che si apre, indicare l’ABI e il CAB. Premendo invio, il programma riconosce l’istituto bancario e la filiale. Completare la videata, inserendo sia le Coordinate Bancarie Italiane che quelle Internazionali:

All’interno del campo “Conto” è necessario specificare il conto contabile al quale associare i dati della banca:

  • se nel piano dei conti è già presente il conto sul quale si registrano i movimenti di questa banca, richiamare sul campo tale codice conto.
  • se l’azienda è in semplificata e non si registrano i movimenti bancari, si può usare sempre il conto generico 202.00001.
  • si può creare uno nuovo conto contabile inserendo la dicitura 202.AUTO. In questo caso, alla conferma si aprirà una finestra nella quale definire la descrizione del nuovo conto contabile.

Se l’azienda ha più di un conto corrente, è possibile definire un c/c abituale per il pagamento dei bonifici selezionando la banca scelta e premendo il pulsante c/c abituale bonifici[F7]. Il c/c selezionato sarà riportato automaticamente in fattura, ma al bisogno si potrà modificare.

Affinché l’iban sia riportato nella fattura, occorre utilizzare un pagamento con la modalità Bonifico.

I pagamenti devono essere inseriti dal menù “Contabilità – Tabelle – Pagamenti”. Tale tabella è già precompilata con alcuni pagamenti comuni, ad esempio il numero 12 è il bonifico a vista:

Per inserire un nuovo pagamento, posizionarsi su una riga vuota e premere Seleziona pagamento[Invio]:

 

Nella finestra inserire la descrizione e mettere il parametro “Paga totale documento” su NO:

 

Gli altri parametri principali sono:

RATE A PERCENTUALE Se impostato a “S”, nel dettaglio di ogni rata è possibile impostare la percentuale che determina l’importo della rata. Se lasciato ad “N” le rate avranno tutte lo stesso importo;

SCADENZA FISSA – Giorno, all’interno del mese di scadenza, al quale deve essere spostato il pagamento. Se impostato uguale a 31, significa che la scadenza verrà impostata a fine mese. Il programma gestisce in automatico le scadenze al 30 Aprile, Giugno, Settembre e Novembre, come pure al 28 o 29 Febbraio.

GIORNI – Giorni di proroga che andranno a sommarsi al “fine mese”. Questo campo è abilitato solo se la scadenza fissa è impostata a 31.

Premere poi il pulsante Inserimento rate[F6] e inserire il numero di rate che si dovranno generare indicando per ciascuna la tipologia di rata (colonna Tipo) e la dilazione del pagamento (colonna Giorni). La procedura, in automatico, identificherà una sigla riconosciuta/accettata dal SDI per questo tipo di pagamento nel campo “FatElettr”, che comparirà nel documento elettronico una volta generato.

 

 

CODIFICA DEL CLIENTE

Per poter emettere la fattura elettronica, all’interno dell’anagrafica di ciascun cliente, a pagina 2, si deve impostare il campo “Tipo fattura elettronica”:

  • “Fattura PA” per gli enti pubblici;
  • “Fattura B2B” per tutti gli altri (compresi i privati)

Se il cliente è un Ente Pubblico, occorre inserire il codice univoco ufficio fornito dall’ente.

Se invece è un cliente non pubblico, occorre indicare il dato fornito dal cliente stesso, che può essere:

  • l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (va indicato sul relativo campo a pagina 1)
  • il codice destinatario, che va indicato a pagina 2 nel campo “Codice destinatario SDI”

Se il cliente non ha comunicato nulla i campi possono essere lasciati vuoti ed il programma in automatico metterà in fattura il codice amministrazione 000000. Per i clienti privati si lasciano sempre vuoti.

Premendo [F6]Condizioni e Automatismi e selezionando “Condizioni di pagamento”, è possibile impostare il tipo di pagamento ed il codice conto collegato alla banca. In questo modo nella fattura saranno automaticamente riportati: modalità di pagamento, data scadenza pagamento, importo e codice IBAN.

Infine, se il cliente gestisce CIG e CUP e si intende riportare in fattura tali codici, occorre impostare a Si il campo relativo.

 

NOTA BENE: la voce “condizioni di pagamento” è presente solo se in azienda è attivo lo scadenzario. Per attivarlo, accedere alla funzione “Servizi – Variazioni – Parametri aziendali” e flaggare i campi “Estensione contabile” e “Gest.estratto conto/scad/effetti”.

 

Compila il form
Chiama il numero
verde 800414243